Stranieri in Italia
Documenti
Salute
Permessi di Soggiorno


Rubriche
Abbiamo scoperto per voi
Arte
Calcio
Fifa World Cup 2010
Motomondiale
Formula 1
Sessualità
Calendari
Scienza
Made in Italy
Musica
Pittura
Turismo
Musei Italiani
Musei Vaticani
Link Utili
Orari Treni
Orari Aerei
Meteo
Elenchi telefonici
Oroscopo
Grafologia
Dizionari Online
Oggi al Cinema
Speciale Calendari 2010
 
 
  L'Onu a Tel Aviv: ''Revocare il blocco su Gaza''
 

Dopo i gravi fatti dei giorni scorsi, il segretario generale dell'Onu prende una chiara posizione di condanna nei confronti dell'embargo che Israele sta ponendo sulla striscia di Gaza.

New York - Il blocco su Gaza da parte di Israele deve essere "immediatamente revocato": lo ha detto il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon. Parlando a New York al suo ritorno da un tour in Brasile, Malawi e Uganda, Ban ha detto che il grave incidente accaduto lunedi' di fronte alle acque di Gaza "mette in luce il blocco dei Territori che dura da troppo tempo", un blocco che e' "controproducente, insostenibile e sbagliato". "Punisce civili innocenti, deve essere levato immediatamente", ha aggiunto. "Deve essere fatto di tutto per evitare altri simili incidenti. Tutte le parti in causa devono agire con responsabilita' e in conformita' con il diritto internazionale".

Il segretario generale ha aggiunto che le autorita' israeliane devono fornire un resoconto "completo e dettagliato" del raid contro le sei navi della flotta umanitaria; e che ha conversato telefonicamente con vari leader mondiali per definire il formato di un'inchiesta "rapida, imparziale, credibile e trasparente" sull'incidente, cosi' come richiesto martedi' dal Consiglio di Sicurezza dell'Onu. Una dichiarazione, questa soggetta a varie interpretazioni perche' israele e gli Stati Uniti ritengono che gli israeliani siano in grado di adempiere alla richiesta, mentre gli altri Stati, quelli arabi in testa, ritengono che Israele non puo' essere imparziale nello spiegar le sue proprie azioni.

Ieri a Ginevra il Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni JUnite ha chiesto un'indagine "indipendente". "Ci sono vari opzioni", ha aggiunto il segretario generale, che ha anche incontrato i rappresentanti dei Paesi arabi, del governo turco e l'ambasciatrice di Israele all'Onu, Gabriela Shelev, oltre ai membri del Consiglio di Sicurezza. Ban ha anche ricordato che i membri del Quartetto per il Medio Oriente (Usa, Russia, Onu e Ue) hanno avuto una conversazione telefonica martedi' per sottolineare "la necessita' di migliorare sostanzialmente la situazione umanitaria a Gaza". "L'Onu fara' la sua parte per garantire che gli aiuti trasportati dal convoglio arrivino a destinazione" e ha fatto un appello alle parti ad "essere flessibili per questo".

Infine il segretario generale dell'Onu ha sottolineato l'importanza che prosegua il dialogo indiretto tra israeliani e palestinesi mediato dagli Stati Uniti, "che continua nonostante gli ultimi avvenimenti"; e in questo senso ha lodato il presidente palestinese Abu Mazen, "per la sua decisione coraggiosa di continuare".
AGI del 03/06

HalloItalia.it propone...
Telefono? Nessun problema...

Crea il tuo biglietto da visita

La più grande libreria Mondadori della rete...
Speciale Calendari 2010
Articoli sportivi
Guadagnare col proprio sito

La moda su internet

Mutui su misura
Auto & Motori Online...
 
Giorni scorsi
 
Copyright © 2002 AKME marketing & information services s.r.l.